Home :: prodotti :: vini bianchi :: ca del magro

custoza superiore doc ca' del magro 2010

garda garganega monte del frà



DOWNLOAD AWARD
VIGNA
DOWNLOAD SCHEDA

caratteristiche

Vitigni

40% Garganega, 20% Trebbiano toscano, 5% Tocai friulano, 10% Cortese, 10% Chardonnay-Riesling italico-Malvasia, 15% incrocio Manzoni.

Collocazione e caratteristiche del vigneto

Cà del Magro un vecchissimo vigneto di oltre 40 anni e di circa 7 ettari,ubicato a  sulla bellissima collina di Custoza, piccola frazione del comune di Sommacampagna situata a sud est del lago di Garda.

Altitudine media dei terreni

100/150 metri s.l.m. Collina di origine morenica con terreno quindi calcareo, argilloso, ghiaioso e sabbioso.

Allevamento e densità d’impianto

“parte del vigneto è con vecchie piante di prestigiose viti autoctone allevate a pergola veronese con  rese bassissime di circa 2 Kg per ceppo. La restante superficie è a guyot con viti di Garganega, selezionata e moltiplicata da cloni storici”.

Vendemmia

Chardonnay, Tocai friulano Riesling italico e Malvasia e incrocio Manzoni: prima decade di settembre. Cortese metà settembre; Garganega e Trebbiano toscano prima decade di ottobre.

Vinificazione criomacerazione, pressatura soffice.  Per il mosto di quota parte delle uve Garganega , circa il 4%-5% della intera partita, fermentazione e affinamento “sur lies” in piccole botti di rovere, per un periodo di circa 4 mesi. Il resto della produzione fermenta in tini di acciaio, lentamente, a temperatura controllata e a contatto con i propri lieviti sino a maggio. Poi segue la messa in bottiglia, dove affina per almeno 6 mesi prima della messa in vendita.
Descrizione organolettica

vino bianco secco aromatico.

Colore giallo, con riflessi verdi paglierino.
Profumo

fiori di campo e mela Golden con sfumature di vaniglia. 

Sapore

asciutto, sapido e di corpo con lunghe sensazioni olfattive.

Vol. 13,00%
Acidità totale 5,00 gr/lt
Temperatura di servizio 10-11 °C
Abbinamenti
Gastronomici

ostriche, sushi, sashimi e tutte le crudità di pesce. Interessante anche l’abbinamento con carni bianche e rosse. Ottimo il connubio con l’anitra glassata.