Bonomo Sexaginta Custoza Superiore DOC

Bonomo Sexaginta Custoza Superiore DOC

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA

Quante facce ha il Custoza? Quanto riesce ad esprimere questo territorio? Tante, tanto. Mai banale, mai scontato, questo territorio racchiude in sé una grande ricchezza che chiede di essere sfruttata. Questo “cru” nasce nelle migliori annate proprio per valorizzare una denominazione e celebrare il lavoro dell’uomo, in questo caso la nostra famiglia, la somma delle sue conoscenze e competenze acquisite in sessanta vendemmie, nei diversi vigneti che compongono Monte del Frà e nella delicata opera di vinificazione e affinamento.

DOWNLOAD SCHEDA TECNICA

GRAFICO LONGEVITÀ

PUNTEGGI

 

 

Categorie: , ,

Descrizione

Vitigni:
Garganega, Trebbiano Toscano, Cortese ed eventuali uvaggi minori.

Collocazione e caratteristiche del vigneto:
Prodotto da uve locate nel Comune di Sommacampagna a sud est del Lago di Garda.

Altitudine media dei terreni e loro composizione:
Le colline si trovano a 100/150 s.l.m., di origine morenica con terreno calcareo, argilloso, ghiaioso.

Forma d’allevamento:
Guyot.

Vendemmia:
Le uve vengono raccolte secondo le diverse maturazioni tra il mese di settembre e la metà di ottobre.

Vinificazione:
Il mosto delle uve raccolte separatamente viene decantato e successivamente fermentato in piccole botti. L’intero processo di fermentazione alcolica e il successivo affinamento che si estende per oltre 12 mesi, avviene in presenza di lisi del lievito (fecce fini) e regolari “batonnage”. Questi favoriscono l’intensificazione aromatica e gustativa. A seguire, la separazione dalle fecce e il successivo assemblaggio in serbatoio inox a 12°C di temperatura armonizza la carica sensoriale delle uve. A due anni dalla vendemmia, in primavera il vino viene messo in bottiglia dove riposa per altri 6 mesi.

Descrizione organolettica:
Giallo oro intenso. Al naso avvolgente note di alloro e nespole, frutta gialla matura, agrumi, fiori bianchi, albicocche essiccate, miele d’acacia, cenni di incenso. Al palato asciutto, caldo, sapido, elegante, sinuoso e persistente. Rimanda immediatamente ai sentori olfattivi con sensazioni decise che non lasciano spazio ai consumatori insicuri. Un vino che ricorda i vini più complessi d’oltreoceano, una straordinaria sorpresa del territorio del Lago
di Garda.

Vol.:
13%.

Abbinamento consigliato:
Un palato complesso che accompagna perfettamente carni rosse, funghi e cucina dai sapori forti. Da provare con cucina messicana, libanese, alla griglia e formaggi semi stagionati o stagionati. Festivo con un piatto di ostriche.

Temperatura di servizio:
10°C – 12°C.

MontedelFra.it
WhatsApp