Cà del Magro – Custoza Superiore DOC

Cà del Magro – Custoza Superiore DOC

DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA

La collina è nel cuore di Custoza, fatta di sassi e ghiaia, rivolta a sud-est pronta a ricevere lunghe ore di sole. La vigna è composta da vecchie viti, abituate a sfidare gli elementi ed a cercare nella profondità del terreno il proprio nutrimento. Un luogo affascinante, unico, ideale per testimoniare come il vino Custoza possieda al suo interno tutte quelle caratteristiche ideali per portare ad un grande vino: mineralità legata ad un suolo unico; longevità, frutto anche della capacità di resilienza di vecchie viti che producono poco, ma portano carattere e stile; sperimentazione, ovvero la voglia di sovvertire il pensiero dominante che chiede un Custoza semplice, da bere giovane, senza complessità. Il risultato? Il Custoza più stupefacente, più premiato nel mondo, più celebrato,  un grande vino bianco dalle capacità di invecchiamento infinite.

DOWNLOAD SCHEDA TECNICA

GRAFICO LONGEVITÀ

PUNTEGGI

 

 

 

Descrizione

CÀ DEL MAGRO – CUSTOZA SUPERIORE DOC

Vitigni:
Garganega, Trebbianello, Cortese, lncrocio Manzoni.

Collocazione e caratteristiche del vigneto:
Prodotto da uve ottenute da un vigneto di oltre 30 anni che dona profondo carattere. E’ ubicato nel comune di Sommacampagna a sud est del Lago di Garda. Vai alla scheda vigneto.

Altitudine media dei terreni e loro composizione:
Le colline si trovano a 100/150 s.l.m., di origine morenica con terreno calcareo, argilloso, ghiaioso.

Forma d’allevamento:
Guyot

Vendemmia:
Da Settembre a Ottobre.

Vinificazione:
Criomacerazione prefermentativa, pressatura soffice. Fermentazione e affinamento “sur lies” in tini di acciaio e cemento per l’uva Garganega da ottobre a maggio. Segue poi la messa in bottiglia per almeno 6 mesi prima della vendita.

Descrizione organolettica:
Cà del Magro si presenta di colore giallo paglierino intenso con leggeri riflessi dorati. Al naso esprime grande intensità e complessità olfattiva conferita dai profumi floreali di camomilla e fiori bianchi ma anche da quelli fruttati di mela Golden, lychees, pera, albicocca, pesca gialla, mango. Possiede una piacevole nota speziata di zenzero, minerale. Al palato si presenta asciutto, sapido, di corpo con ottima persistenza retrolfattiva. Un vino dal grande potenziale che può regalare piacevoli emozioni se lasciato invecchiare.

Vol.:
13%.

Abbinamento consigliato:
Pesce, carni bianche, antipasti all’italiana, pasta, cucina francese, asiatica, vegetariana, vegana. Estremamente adattabile a tavola anche con una cucina a base di funghi invernale.

Temperatura di servizio:
10°C – 12°C.

MontedelFra.it
WhatsApp