Monte del Frà: I 4 vini preferiti durante il lockdown

wine lovers e lockdown

Monte del Frà: I 4 vini preferiti durante il lockdown

Cultura e ambiente: ecco i 4 vini piú apprezzati dai wine lovers

Si sa, questo periodo storico ha portato con sé grandi cambiamenti che hanno inevitabilmente influenzato molte delle nostre scelte, molte di queste anche in ambito enogastronomico.

Come si sono orientati dunque wine lovers e consumatori di vino? Perché hanno preferito vini piuttosto che altri? Oggi vi portiamo dietro le quinte dell’azienda Monte del Frà per condividere con voi alcune riflessioni che ci accomunano e raccontarvi quali sono stati i 4 vini più apprezzati durante il lockdown e il perché.

Molti di noi sono stati spinti ad una profonda riflessione; come si trasformerà il mondo dopo questo periodo? Quali saranno le priorità quando tutto tornerà alla normalità? Anche se non è sempre facile essere ottimisti, ci piace pensare che da questo periodo difficile potrebbe nascere un mondo diverso e rivoluzionato capace di riportare al centro dell’attenzione la cultura e il rispetto per l’ambiente.

Ogni giorno a Monte del Frà la natura e i suoi ritmi ci insegnano molte cose, e proprio per questo siamo conviti più che mai che il vino sia un prodotto capace di veicolare un messaggio di speranza e insegnamento per tutti.
Il vino, se osservato da vicino, cela nella sua produzione ritmi lenti e ciclici, che da sempre regalano fascino e ammirazione a chi lo sa apprezzare e capire. Lontano da modelli di produzione industriali e omologati, mai come oggi il vino è capace di raccontare la bellezza della diversità, portando con sé una ricchezza culturale unica ed essenziale.

Forse è per questo che i wine lovers hanno sentito l’esigenza di riconoscersi in questi valori, scegliendo prodotti che fossero in grado di rappresentarli? Quali sono stati i loro vini preferiti durante il lockdown e perché?

wine lovers e lockdown

Custoza DOC

 

Al primo posto troviamo il Custoza DOC, vino bianco rappresentativo dell’azienda Monte del Frà che prende il nome dall’omonimo paese di produzione. Territoriale e unico, è un vino fresco, fruttato e minerale che continua a conquistare il pubblico Italiano e internazionale. La sua comprensibilità e raggiungibilità lo rendono un leale alleato in cucina di cui non si può più fare a meno. La illustre critica enologica britannica Jancis Robinson l’ha inserito tra i 10 migliori vini mondiali consigliati per il lockdown.

Bardolino DOC

 

Bevibilità, freschezza e un’esplosione di frutti rossi,  il Bardolino DOC si aggiudica la seconda posizione nella nostra lista. Ma i suoi aromi coinvolgenti non sono l’unica  ragione del suo successo tra i wine lovers. Questo vino rosso infatti, all’apparenza semplice e senza pretese racchiude in se le 3 principali uve autoctone Veronesi, che concorrono alla produzione di vini importanti come l’Amarone della Valpolicella: Corvina, Rondinella e Molinara. James Suckling lo ha premiato con 90 punti.

Lugana DOC

 

Amato dal pubblico straniero in particolare dalla Germania, il Lugana piace perché è il vino bianco che ricorda l’estate, le vacanze e i bei momenti trascorsi al Lago di Garda. Percepito come una coccola e un diversivo per ingannare la routine del lockdown, è amato perché è un vino fruttato, fresco e fraterno che seduce sia uomini che donne. Wine Enthusiast lo ha premiato con 90 punti.

Valpolicella Ripasso DOC

 

Per concludere, tra i vini preferiti, traviamo il Valpolicella Ripasso DOC, vino rosso veronese per antonomasia, che affascina i palati più esigenti grazie ai suoi aromi di frutta appassita e leggere essenze di vaniglia. Questo vino ha la capacità di trasportarci indietro nel tempo, nella sua terra d’origine, la Valpolicella, sede di preziose ville antiche e boschi di ciliegi fioriti. Custode di tre uve autoctone, racchiude in sé tutto ciò che il vino dovrebbe avere: storia, autenticità e carattere. James Suckling lo ha premiato con 93 punti.

MontedelFra.it
WhatsApp